Newsletter

69MA NEWSLETTER: QUATTRO APRILE 2019


Cari amici,
    siamo in prossimità della S. Pasqua e questa è la settimana più importante per la nostra vita spirituale, perché siamo indotti a meditare sulla sofferenza di Gesù e su quanto ha fatto per noi, con la sua morte di croce. A questo ci siamo anche preparati, per tutto il periodo quaresimale, con la lettura del libro “Quando sono debole è allora che sono forte”, che ci ha permesso di riflettere sulla sofferenza e sul suo valore, dal punto di vista cristiano. La partecipazione da parte di tutti voi, è stata molto importante e abbiamo condiviso momenti di grande spiritualità, per i quali vi ringraziamo, perché come ben sapete, nella nostra Associazione, la preghiera occupa il primo posto.
Proprio in questo periodo abbiamo seguito con trepidazione, le notizie che ci arrivavano dal Kenya, in merito alle condizioni di salute di Everlyne,

la mamma della nostra bellissima Santina, la quale versava in gravi condizioni, a causa dell’emoglobina bassa, ma che fortunatamente si è ripresa ed è tornata a casa, dopo il suo ricovero in ospedale. Ci siamo sentiti una vera grande famiglia, preoccupata per la salute di uno dei suoi membri ed infatti, in pochissimo tempo, abbiamo raccolto 1000,00 euro, che abbiamo provveduto ad inviare per le cure mediche di Everlyne. Dall’amore, nasce la carità e la partecipazione ai bisogni dei più poveri e dei più deboli, per questo vi ringraziamo di cuore per la vostra generosità! Non dimentichiamo anche gli ammalati e gli anziani delle nostre famiglie che hanno bisogno di tutto il nostro supporto e la nostra benevolenza, per non sentirsi soli e scoraggiati.
In questi 40 giorni abbiamo anche provveduto a sostenere le varie iniziative da noi promosse, inviando altri 5000,00 euro per la costruzione della casa di accoglienza per i tossicodipendenti in Brasile, il cui costo complessivo è di euro 15000,00. Inoltre abbiamo corrisposto i primi 5000,00 euro per la realizzazione dell’acquedotto in Vietnam e pagato la seconda rata per il nuovo refettorio nel carcere di Acapulco. L’esborso totale è di euro 15000,00, ne mancano ancora 5000,00, ma confidiamo nella generosità di tante persone buone.
Giovedì 4 aprile, è stato presentato il libretto “Ali” e “Amina”, presso l’Università Cattolica di Brescia, alla presenza di tanti giovani molto interessati e coinvolti da queste storie dolorose, ma significative, con l’intervento di Monsignor Ginami e del dottor Emanuele Berbenni, i quali hanno sviluppato vari temi sui viaggi di solidarietà svolti nelle terre di persecuzione dei cristiani.
Inoltre, vi vogliamo informare che abbiamo cambiato Casa Editrice e che da Velar Marna, siamo passati a Messaggero di Padova. Infatti il 21° Instant book della Collana #VoltiDiSperanza dal titolo “Angel”, sarà pubblicato dal nuovo Editore.

È la storia di un detenuto che vive nel carcere di Challapalca in Perù e la sua conversione viene narrata da Monsignor Ginami e dal Vescovo di Juli, Monsignor Ciro Quispe Lopez, con l’introduzione curata dal Cardinale Pedro Ricardo Barreto Jimeno. Vi invitiamo, come facciamo solitamente, all’acquisto e alla diffusione di questo appassionante libretto, che è a disposizione anche in versione elettronica, al seguente link: https://www.fondazionesantina.org/wp-content/libri/ANGEL/mobile/index.html.
La presentazione ufficiale si terrà a Vasto il 25 ed il 26 maggio prossimi, nelle parrocchie e in una scuola.
Ancora una volta, vi vogliamo aggiornare sul numero degli iscritti alla nostra Associazione che sono 179 e, come già sapete, il nostro obiettivo è quello di raggiungere i 200; cerchiamo di farci conoscere di più, con la collaborazione di tutti.

Dal 26 aprile al 6 maggio, si svolgerà il 37° viaggio di solidarietà in Kenya, durante il quale verrà inaugurata la quarta aula scolastica a Lango Baia, un Mural di 104 mq di dimensioni maggiori di quello realizzato in Perù ed una nuova cella nel carcere di Matzgani.
Domenica 14 aprile, si è svolto a Bergamo il consueto ritiro spirituale, così come si è tenuto a Roma il 31 marzo scorso. Questi momenti d’incontro, sono molto importanti, perché ci migliorano interiormente.

Cari amici, auguriamo a tutti voi una felice Pasqua, ricca di gioia e di pace, ma soprattutto riconciliati con Dio, fonte di ogni nostro bene, al quale affidiamo angosce e speranze, certi che non saremo delusi. Alle nostre care Suore di Clausura, rivolgiamo lo stesso augurio, ringraziandole per la loro assidua preghiera. 
A tutti, un cordiale saluto

Franca Scordo
Consiglio di Amministrazione