Newsletter

62MA NEWSLETTER: QUATTRO SETTEMBRE 2018


Cari amici,
sicuramente sarete tutti rientrati dalle vacanze, ritemprati nel corpo, ma soprattutto, ci auguriamo, nello spirito, perché durante la pausa estiva, sia al mare che in montagna, si ha l’opportunità di meditare sui doni che Dio ci ha concesso, attraverso la bellezza della natura, contemplandola nelle sue meraviglie ed apprezzandola in tutto il suo splendore. Un tramonto, un cielo stellato, ci fanno sentire quanto Dio sia vicino a noi e quanto ci ami.
Dopo il riposo quindi, ripartono anche i ritiri spirituali, ai quali teniamo tanto, in quanto momenti di preghiera e di condivisione fraterna fra amici che coltivano gli stessi ideali, attraverso “le opere di luce” che la nostra Associazione realizza in varie parti del mondo. A Roma, il ritiro si terrà domenica 30 settembre, sempre alla solita ora e nello stesso luogo, mentre a Bergamo slitterà ad ottobre, dati i numerosi impegni associativi.
Vogliamo ancora una volta porre l’attenzione sulle iscrizioni alla nostra Associazione,

in quanto il nostro desiderio è di farci conoscere da un maggior numero di persone che, con il loro contributo, sostengano le nostre iniziative, dandoci la possibilità di aiutare coloro che vivono nel degrado e nell’abbandono e ai quali vogliamo stare vicino. Per noi sarebbe un grosso traguardo arrivare a duecento iscrizioni, perché pensiamo all’Associazione come ad una bella grande famiglia, dove tutti condividono tutto. Perciò aiutateci, facendoci conoscere presso i vostri amici, così come dovete farlo con la nostra Collana “Volti di speranza”, che racconta le esperienze vissute durante i viaggi di solidarietà e che sono motivo d’insegnamento perché ci fanno capire, quali sono realmente le priorità nella vita. I personaggi di cui si parla, sono reali e le storie, anche se a volte superano l’immaginazione, sono spaccati di vita vera, fatta di sofferenza e di dolore. Sino ad oggi ne abbiamo venduti diecimila, ma cerchiamo di diffonderli il più possibile, per poter aiutare tante persone bisognose. L’ultimo libretto della Collana, porta il titolo di Doan 

e uscirà a breve.
Il recente viaggio di solidarietà in Vietnam è stato ricco di emozioni 

e tutti noi abbiamo seguito le varie fasi, con grande interesse. Anche lì, ancora serve il nostro contributo economico, in quanto ci è stato chiesto di realizzare per il 2019, due opere: una strada nella giungla, che dovrebbe collegare un villaggio alla chiesa più vicina ed una pompa d’acqua che dovrebbe fornire acqua potabile alla popolazione del post. Due progetti per noi occidentali, molto semplici, ma che sono di grande utilità, per le persone che vivono notevoli disagi in quel contesto. Cercheremo di aiutarle, con il valido contributo di tutti noi.
Dal 15 al 22 settembre, si compirà il 32° viaggio di solidarietà, con destinazione il Messico, dove il 21 settembre, verrà inaugurato il Murales, realizzato con il nostro aiuto e che ricorderà le vittime della violenza. Quest’opera ha un significato profondo, perché vuole far capire ai familiari delle vittime che non sono soli ed al mondo intero che la violenza è uno strumento che porta distruzione e che soltanto l’amore può salvare. Preghiamo, perché questo stato di terrore cessi in fretta e che quelle popolazioni possano ritrovare la pace e la concordia. Naturalmente anche in Messico, verranno adottati altri 10 bambini, che sostituiranno i 10 che hanno finito il triennio e ai quali andrà tutto il nostro affetto, anche se a distanza.
Inoltre invitiamo tutti voi, a sensibilizzare le vostre parrocchie sui temi che noi affrontiamo, affinché le presentazioni si possano realizzare nel vostro contesto, facendoci conoscere e facendo conoscere tante realtà che purtroppo ancora esistono nel mondo attuale.
Il 10 settembre, dopo la pausa estiva, riprenderà la Trasmissione Radio Mater durante la quale Luis Badilla presenterà l’instant book, Maritza, storia di violenza e di dolore di una donna maltrattata, come purtroppo avviene nei paesi sudamericani, nei quali la dignità della donna, viene calpestata e vilipesa e dove esiste anche lo sfruttamento minorile, fenomeno ancora più grave, perché non si dà la possibilità ai bambini di vivere la loro infanzia e di curare il loro sviluppo fisico ed intellettuale, in quanto privi di una adeguata istruzione. Anche nella Collana “Volti di speranza”, si parla di Santiago, incontrato in Perù e di altri bambini costretti a lavorare per le strade e persino nelle miniere. Preghiamo per loro gli Angeli Custodi, con l’augurio che le autorità competenti pongano fine a questo doloroso fenomeno.
Come sempre vi ringraziamo perché ci seguite e ci state vicini, così come ringraziamo le Suore di Clausura per la loro costante e sentita preghiera.
A voi tutti, cordiali saluti

Franca Scordo
Consiglio di Amministrazione