Viaggi di Solidarietà

Perù 8-18 febbraio 2019 36mo viaggio di Solidarietà


In Perù, da 8  a 18  febbraio 2019, si svolge il 36mo viaggio di Solidarietà, nel quale visiteremo i 10 bambini poveri di Juli che abbiamo adottato a distanza. Inaugureremo il cortile dell’asilo di Villa San Roman a Juliaca e un bellissimo mural che parla di FONDAZIONE SANTINA ONLUS. Ci recheremo a  Challapalca al carcere di massima sicurezza a 5100 metri dove abbiamo costruito un campo sportivo. Celebreremo la messa al santuario della Madonna Candelaria di Puno in occasione della festa annuale. Visiteremo anche Conima dove abbiamo ristrutturato la chiesa, l’ospedale di Juliaca ed il monastero delle suore carmelitane di clausura. Tante sorprese! Seguiteci in questa pagina. ..per incontrare un nuovo #Volto di Speranza.

Ecco il tema ed il programma del viaggio:

PROGRAMMA 36MO VIAGGIO DI SOLIDARIETA’ IN PERÙ
8-18 febbraio 2019
FONDAZIONE SANTINA ONLUS
Prima sogno i miei dipinti
Poi dipingo il mio Sogno

GIORNO MATTINA POMERIGGIO SERA
Venerdì
8 febbraioViaggio
internazionale
Italia
Spagna 
– Ore 7,00 celebrazione eucaristica. Preghiera Tomba di Pietro
– Lavoro
– Ore 13.30 pranzo
– Ore 15,00 partenza per Fiumicino
– Ore 18.50 Roma – Madrid Volo LA 7081 arrivo ore 21.25 (2ore e 35 minuti)
Sabato
9 febbraioViaggio intercontinentale
Spagna
PerùFuso orario da Roma – LimaMENO 6 ORE DA ROMA
– Ore 0, 35 Madrid – Lima Volo LA 2485 arrivo ore 6.50 (12 ore e 15 minuti)
– Ore 9,06 Lima – Cuzco Volo 2123 arrivo ore 10,33 (1 ora e 27 minuti)
– Ore 11,14 Cuzco – Juliaca Volo 2123 arrivo ore 12.10 (56 minuti)   
– Trasferimento a Villa S.Roman  e riposo
– ore 18,00 Santa Messa
– cena e riposo (fuso orario, stagione e altezza 4100 m)    
Domenica
10 febbraio    
– Ore 9,00 Partenza per Puno
– Ore 11.00 Celebrazione della Santa Messa al Santuario della Candelaria in occasione delle feste del 2 febbraio. Tale festa è stata dichiarata patrimonio immateriale dell’umanità UNESCO
– Ore 12,30 pranzo a Puno. 
– Ore 14,00 Visita al Taller Miranda
– Ore 16,00 Saluto al vescovo di Puno
– Ore 18,00 Tupac Amaru acquisti e saluto a Ivan el bordador
– cena a Villa S. Roman 
Lunedì
11 febbraio    
– Ore 8,00 partenza per Juli
– Ore 10,00 incontro con Padre Francisco
– Ore 11,00 incontro con suore di Madre Teresa e Santa Messa  
– ore 14,30 incontro con i bambini del programma di adozione a distanza
-ore17,30 incontro con il Vescovo di Juli
– ore18,30 rientro a Villa S. Roman 
Martedì
12 febbraio  
– Ore 9.00 visita all’ospedale di Juliaca incontro con bambini malati
– Ore 11,00 Santa Messa suore Carmelitane di Juliaca 
– Ore 14,30 Juliaca visita a casa di Arminda e Direttore dell’Asilo di Villa S. Roman
– Ivan el bordador Tupac Amaru
Mercoledì
13 febbraio   
– Ore 11,00 Santa messa
– Ore 11,30 Inaugurazione Mural e cortile Asilo di Villa San Roman alla presenza del Vescovo di Puno e autorità civili e scolastiche
– ore 12,30 pranzo con la gente del barrio
– ore 14,30 visita alle famiglie de barrio e benedizione delle case di 5 famiglie
– ore 19,00 Juliaca: cena di festa con Vescovo di Puno e autorità civili e scolastiche 
Giovedì
14 febbraio   
– Ore 4,00 Partenza per carcere di massima sicurezza di Challapalca 5100 metri
– Ore 10,00 santa messa per i carcerati
– Ore 12,00 pranzo con carcerati nelle cucine del carcere
– ore 13 visita alle terme
Saluto all’accampamento dell’esercito. Incontro con prigionieri speciali
– Ore 14,30 rientro a Juliaca  
Venerdì
15 febbraio   
Villa San Roman riposo dopo viaggio a Challapalca
Pranzo  
– Ore 14,30 visita Collegio maschile S Roman e Collegio femminile Suor Doris
– Ore 18,00 Santa Messa a Santa Catalina
– Ore 20,00 Cena di festa conclusiva a El Tablon
Sabato
16 febbraio  
– Ore 7,00 Partenza per Conima. Incontro con il parroco. Visita al cimitero
– Ore 11,00 Santa Messa proseguimento per Moho
– Ore 13,00 pranzo a Moho
Visita alla piscina
– Ore 16,00 rientro a Villa San Roman 
Domenica
17 febbraio  
– Ore 9,00 S. Messa Villa S.Roman
– Ore 13,25 volo Juliaca – Lima Volo 2096 arrivo ore 14,59 ( 1ora e 34 minuti) 
– Ore 19,55 Lima – Madrid Volo 2484 (12ore e 10 minuti)

 

Lunedì
18 febbraioViaggio intercontinentale
Perù
Spagna
Italia 
VIAGGIO

 

 

 

 

 

– Ore 14,05 arrivo a Madrid
– Ore 15,40 Volo Madrid – Roma Volo 7095 arrivo ore 18.05 (2ore e 25 minuti)
– Trasferimento a Villa Maria Assunta
– Ore 21,00 SANTA MESSA CONCLUSIVA E TERMINE 36MO VIAGGIO SOLIDARIETA’

I DIECI BAMBINI IN ADOZIONE A DISTANZA (GIUGNO 2018)
Sono in viaggio verso Juli, seduto nel combi (il piccolo pulmino popolare che porta 16 persone) all’ultimo posto a sinistra. Scomodissimo scrivere.

Un signore davanti a me sta mangiando con le mani una trota bollita con patate; a un certo punto fa una ruttata pazzesca e un tanfo altrettanto pazzesco mi ammazza.

Pochi secondi e ritorna la normale puzza insopportabile, ma nulla in confronto alla ruttata. Il combi è pieno di gente, la giornata è bella, manca un’ora per arrivare a Juli.
Juli è un villaggio dimenticato dal mondo, in cui si vive in una incredibile povertà. Il vescovo non è presente da cinque anni perché malato a Lima.

La Chiesa locale soffre: pochi preti e molto poveri. In questa terra desolata sulle Ande vi sono gravi situazioni di marginalità. La gente soffre: i vecchi sono abbandonati, i bambini disabili sono dimenticati e chi è che li raccoglie? Sono le suore di Madre Teresa, che per vocazione nel mondo scelgono tutti gli scarti dell’umanità. Ho scelto questo luogo per celebrare 31 anni di Messa.

Lo scorso anno ero a Challapalca al carcere di massima sicurezza, quest’anno con le suore di madre Teresa. In questa giornata centrale del viaggio incontreremo dieci bambini disabili e in miseria, che accompagneremo per tre anni, assicurando alle suore tremila euro all’anno che da queste parti sono una bella somma. Sono felice di andare a Juli, di vivere con loro una giornata di servizio e di preghiera. Oggi ringrazio Dio per essere sacerdote da trentuno anni.

La giornata è molto bella il sole è caldo e il freddo inverno dei 4100 metri è stemperato dal tremendo sole che brucia la pelle europea in 15 minuti. È come un ritiro spirituale questa giornata, e forse ancora meglio. Il tema di questo ritiro è Scoprire la ricchezza nella povertà. Interrogherò su questo le buone suore e i poveri che loro assistono con amore; nelle orecchie del cuore la frase di Papa Francesco che dice: i poveri sono la carne di Cristo. E questa mi sembra una meravigliosa verità.

Un uomo è sceso dal combi e riesco ad avere un po’ più di spazio per scrivere il diario; Olinda mi offre un mandarino.

Lo mangio volentieri, annuso profondamente il suo profumo e lo gusto ancor più del suo sapore… Riesce a togliere la puzza del cibo che ristagna nel combi.Sono ormai al quarto giorno di permanenza in Perù. Ieri è stato molto bello l’incontro con la comunità di Conima, dove abbiamo celebrato la Messa; mentre il giorno precedente avevamo incontrato il Collegio San Roman e le dieci ragazze con le quali abbiamo terminato il programma di adozione a distanza.

Le giornate sono intense e sono programmate al minuto. Avviene così in Iraq, in Vietnam o in Kenya, in tutti i nostri viaggi. Lo sanno bene Emanuele, Giacomo, Caterina, Olinda, Marzia, Marco, Jimmy, Doreen o Lourdes e Magda che mi hanno seguito in questi viaggi.

Viaggi duri, e anche pericolosi talvolta, ma che danno tanta pace al cuore. Con Santina dicevamo sempre: “Meglio stanca che depressa”. Questi amici, di cui ho scritto il nome, al termine dei viaggi erano stanchi, ma sicuramente non depressi! Questi viaggi non danno piacere, ma regalano felicità… E questo è molto diverso. 

INAUGURAZIONE DEL CORTILE DELL’ASILO DI VILLA SAN ROMAN
Come ogni viaggio torno a casa con lo zaino zeppo di fogli: sono i progetti che raccolgo in questi luoghi e che sottopongo al Consiglio di Amministrazione di Fondazione Santina se si tratta di realizzare costruzioni, oppure al Direttivo dell’Associazione Amici di Santina Zucchinelli se si tratta di adozioni a distanza, o di curare qualche malato.

Il primo progetto riguarda Juliaca, in particolare Villa San Roman sulle Ande. L’asilo che abbiamo ristrutturato negli anni passati, costruendo prima il grande muro di cinta  per proteggere i bambini e salvaguardare il terreno della scuolina dagli invasori e poi facendo le fogne e servizi igienici, necessita ora di un impiantito in cemento dove sistemare alcuni giochi di ricreazione. Piano, piano l’asilo si sta trasformando in una bella scuola per i piccolini dai due ai sei anni. Il costo di questo progetto è di euro 5000, e sono convinto che qualche cosa di bello riusciremo a fare. La Direttrice della scuola ci ha sottoposto il progetto per il cortile che potete vedere cliccando qui