Regala un Sorriso

Adozioni in Messico programma 2019-2021


E’ la proposta di adozioni a distanza per tre anni (2019-2021) dieci bambini in Messico, con una offerta annua di Euro 300 per un totale di 900 Euro

L’importo di Euro 3000,  suddiviso in 300 Euro per dieci bambini,  sarà versato in un’unica soluzione di Euro 3000 allo scadere dell’anno alla Caritas di Acapulco in Messico.


La peculiarità del programma è il fatto che sarà gestito direttamente da la nostra associata Magda che si premurerà di tenere il rapporto tra noi e le famiglie dei nostri bambini. Se sei interessato al programma puoi scaricare il MODULO ADOZIONE A DISTANZA DEL PROGRAMMA TRIENNALE REGALA UN SORRISO qui, oppure  inviare messaggio Whatapp  al numero +393290985258 Ricordo che il profilo dei Bambini si può leggere sul nostro Instant book N.17 GRECIA.  Le pagine che trovate indicate sotto sono riferite proprio a quest libretto della nostra collana #VoltiDiSperanza.

ANNUALITA’ DATA IMPORTO EURO 3000
PRIMA RATA 18 GENNAIO 2019 Euro 3000 +1800 altro programma 
SECONDA RATA GENNAIO 2020  
TERZA RATA GENNAIO 2021  
TOTALE  TRE ANNI  EURO 9000

Ecco la lettera con la quale il padre Ottavio della Caritas di Acapulco, a nome dell’Arcivescovo, ci ha chiesto di adottare 10 bambini vittime della violenza in Messico

Dopo avere verificato tutte le condizioni per erogare la somma il nostro Tesoriere, il Dottor Luigi Pacini ha emesso il seguente Ordine di Bonifico per un totale di Euro 4800, così ripartiti: Euro 1800 per sei bambini di un precedente programma che così si completa ed Euro 3000 per il presente programma. Ecco l’originale:

Dalla Caritas di Acapulco ci è arrivata la ricevuta del bonifico che abbiamo effettuato e che tutti, come di consueto in modo chiaro, potete leggere cliccando qui.
REGALA UN SORRISO AD ACAPULCO
L’esperienza della adozione a distanza con ASSOCIAZIONE AMICI DI SANTINA ONLUS ha una piccola guida ed è il libretto GRECIA della nostra collana #VoltiDiSperanza, esso viene qui riportato in modo che si possa leggere il contesto in cui i 10 bambini vivono.
Dopo aver parlato di Grecia e del piccolo Israel, di Marisol e del piccolo Jesus Alejandro, della triste storia della quindicenne Daniela e di Ingrid Guadalupe, di Angel e della nipote Monica, rimangono da trattare altre sei storie di bambini. Tutti i 10 piccoli li vogliamo seguire con un programma di adozione a distanza ormai ben consolidato e che ha visto più di cento bambini seguiti nei momenti più acuti della emergenza, come può essere qui ad Acapulco quando la piaga della violenza dei narcos ammazza un genitore o un parente stretto. Si tratta dunque di aiutare con euro 300 per tre anni uno di questi ragazzi. Ecco allora in modo più conciso le sei storie, tutte degne di essere ascoltate ed accolte, anche se per motivi di spazio non potranno avere ampia descrizione.
Israel pagina 45 Grecia
Jesus Alejandro pagina 25 Grecia
Ingrid Guadalupe pagina 81 Grecia
Monica pagina 73 Grecia

Diana pagina 93 Grecia
E’ una bellissima bambina di 8 anni, che piena di lacrime mi ha voluto regalare il laccetto dei suoi lungi e bei capelli. Lei è la figlia di Diana Hernandez e di Santiago Gudigno Victoriano nato il 25 luglio 1979. La morte tragica di questo taxista è la più fresca perché pensate che è stato ammazzato il 28 luglio 2018, neppure ancora tre mesi dal momento cche scrivo. Santiago fa il taxista ed esce la sera del 27 luglio alle ore 21 per il suo lavoro: ha un turno di notte. La moglie Carolina viene svegliata alle 3 del mattino dicendo che il marito è stato ucciso da una scarica di colpi sulla Costera. Il fratello recupera il cadavere e lo porta a casa dove il medico redige un certificato pazzo in cui si dice che Santiago è morto di morte naturale. Ora Carolina è rimasta vedova ed ha bisogno di aiuto per continuare a sfamare la piccola. La mamma lavora come cameriera in un albergo di Acapulco.

Emanuel pagina 94 Grecia
Il bambino è nato il 24 dicembre 2007, ed ha dunque 11 anni. Il primo fratello si chiama Moises ed è nato il 12 novembre 2004 e il più piccolo si chiama Ismael ed è nato il 6 gennaio 2010. Abbiamo scelto di aiutare Emanuel perché ha un problema di deambulazione. Il papà dei bambini si chiamava Moises, faceva il taxista anche lui, ed era nato il 7 maggio del 1979, sposato con la moglie Norma che fa la parrucchiera. La famiglia è della colonia di La Laja e lo hanno ucciso il 20 marzo 2017. Moises era rincasato il pomeriggio per mangiare una merenda alle 4 e poi era di nuovo uscito per il lavoro. Mentre Norma e Moises erano in un negozio per far acquisti, alle ore 17,30 una potente scarica di arma da fuoco lo ha freddato. Lo hanno ucciso nella sua macchina trovata nella colonia Los Periodistas. La donna per sfamare i figli fa la parrucchiera, ma deve mantere loro tre e la madre anziana. Necessita di un buon aiuto in questo momento di emergenza.

Santiago pagina 95 Grecia
Santiago è nato il 25 luglio 2010 ed ha 8 anni è figlio di Eriberto e di Lilia de Jesus. Il piccolo è orfano di padre che è stato ucciso il 30 luglio 2016. Eriberto era un venditore ambulante sulla spiaggia e il suo lavoro purtroppo non era fisso. In quella triste sera del 30 luglio nel lasso di tempo dalle 19 alle 21 Eriberto stava ritornando a casa con la sua moto. Un grosso fuori strada si avvicina e lo costringono a fermarsi e dopo averlo picchiato lo ammazzano con arma da fuoco.  La situazione del piccolo Santiago è oggi molto precaria perché sua mamma Lilia de Jesus, che è una donna molto dolce di 32 anni, all’età di 3 anni contrare una malattia invalidante ed è dunque disabile da entrambe le mani, praticamente è una storpia e non può lavorare. A Lilia de Jesus ed a Santiago provvede per quanto è possibile la sorella che ha una piccola attività: è venditore ambulante.

Yahani pagina 96 Grecia
La bambina è nata il 15 luglio 2009 ed ha quindi 9 anni. Yahani ha altri fratelli: Francisco di 14 anni, Fernada di 10 anni, e la più grande che si chiama Gema. Parlando con Gema si ha l’idea di parlare con una donna matura e fine, ma sempre minorenne. La mamma di questi bambini si chiamava Mirna ed è stata uccisa il 4 gennaio 2017, in pieno giorno alle ore 11.30. La sua uccisione è avvenuta nella colonia La Zapata vicino all’affollata catena di mercati  Comercia mexicana. La mamma svolgeva l’umile professione di venditrice ambulante, mentre vendeva rimane vittima di uno scontro a fuoco, quattro pallottole la colpiscono, rimane a terra per più di un’ora tra la vita e la morte e muore in ospedale gridando il nome dei suoi figli. Il padre è alcolizzato e dunque i ragazzi sono affidati ad una cugina di nome Alicia, che fa da tutore.

Allison pagina 97 Grecia
Allison è nata il 15 luglio 2003 ed ha 15 anni, una storia drammatica che andrebbe scritta più approfonditamente, ma che per ragioni di spazio limiteremo all’essenziale. La mamma di Alisson si chiamava Clarissa ed è morta l’8 gennaio 2018, il padre si chiamava Luis ed è morto il 12 luglio 2017. Tutti e due sono morti in modo violento. La mamma era una poliziotta, si era separata dal padre di Alisson Luis, e da quello che sembra è stata ammazzata di botte dal suo compagno. Luis era un venditore ambulante ed è morto ucciso da una scarica di proiettili attorno alle 2 di notte. Luis si mette con una seconda compagna, dalla quale ha un altro figlio; anche con questa donna le cose non vanno e dunque si mette con una terza donna: bene la vicenda incredibile è che anche questa terza donna viene ammazzata! Di quattro persone ben tre sono morte per violenza. La piccola Alisson vive ora in casa con la nonna Maria che ha 68 anni ed ha grandi necessità di aiuto economico.

Josè Antonio p.98
Lui non è un bambino, ma un giovane di 20 anni. La sua peculiarità è di essere seminarista: si sta preparando a diventare sacerdote in una terra dove i preti li ammazzano facilmente. Quest’anno su 26 sacerdoti uccisi nel mondo, 7 sono stati uccisi in Messico. Vorremmo prenderlo in adozione a distanza per 3 anni. Il motivo è molto semplice hanno ammazzato a lui il padre che – ferito lo scorso 29 maggio – è morto il 6 giugno 2018. L’eccezione è che non è un bambino, ma il fatto che sia seminarista fa iniziare con lui una esperienza nuova. Proviamo ad aprire la strada per coloro che in futuro potrebbero godere dalla nostra Associazione di vere proprie borse di studio. Per il momento iniziamo da questa adozione a distanza. Josè Antonio è il secondo di tre fratelli: Jesus Daniel di 22 anni e poi Felix di 17 anni. Il padre era un poliziotto che si chiamava Felix, nato il 12 dicembre 1968 con 26 anni di servizio. In un operazione contro i narcos viene colpito da un proiettile alla testa il 29 maggio, stranamente non muore subito. Viene trasportato in elicottero ad Acapulco da Tierra Colorada – vicino a San Luis de Acatlan dove abbiamo costruito Hogar Esperanza – e muore in ospedale il 6 giugno 2018. Lascia la moglie Dulces Maria e i tre figli senza un minimo sostentamento.

LE NORME DEL PROGRAMMA. GUARDARE AL FUTURO CON LE RAGIONI DEL CUORE
Programma di Adozione a Distanza in Messico
Triennio 2019-2020-2021 Norme erogazione degli aiuti alle famiglie dei 10 bambini

  1. La quota annuale per l’adozione a distanza è di Euro 300 a persona e l’impegno è triennale per un totale di Euro 900.
  2. Raccolte le 10 quote annuali per un totale di Euro 3000, con bonifico bancario e facendoci carico delle spese bancarie in ricezione, con qualifica OUR, eroghiamo l’intera somma  alla Caritas di Acapulco e, come per il precedente programma la Signora Magda mensilmente distribuisce alle famiglie l’equivalenete di Euro 25.
  3. La Caritas di Acapulco  ci invia ricevuta di Euro 3000
  4. Mensilmente Magda ci invierà resoconti fotografici, ricevute e note sull’impiego del denaro ed ogni semestre, od in occasione di un nostro viaggio di solidarietà provvederà a consegnarci ricevute di quanto speso.
  5. Al termine di questo anno in una approfondita revisione con Magda si provvederà a rinnovare la seconda annualità
  6. Per tutti questi motivi di impegno sono ad esortare tutti i genitori adottivi a non abbandonare il programma di adozione, viste anche le difficili situazioni di vita dei nostri piccoli.
  7. Le vie di informazione saranno solo 3:
    7.1. La pagina web dedicata al nostro programma, dove si troveranno i dati generali dei bambini, dei pagamenti e della situazione in cui essi vivono. Tale pagina è visibile a tutti
    7.2. La chat del gruppo di adozioni a distanza. In questa a scadenza regolare Magda provvederà ad inviare notizie più specifiche. 
    7.3 Una chat personale con Magda in spagnolo attraverso la quale avere notizie più dettagliate sui bambini.
  8. Il programma è triennale e non rinnovabile.