Preghiera

Quaresima 2018 con Santina


La Quaresima 2018 è occasione per leggere, riflettere e studiare il libro di 5 anni fa dal titolo “Dio asciugherà ogni lacrima”. Nella nostra vita associativa non è solo importante fare la Carità, ma è importante farla con intelligenza, approfondendo anche con lo studio e la meditazione la vicenda cristiana di Santina Zucchinelli. Buona Quaresima 2018 a tutti!
Don gigi

In questa Quaresima 2018 ogni giorno inizieremo la giornata con la preghiera alla Madonna Calpestata, poi nel corso della giornata ci verranno ricordate le pagine da leggere del libro “Dio asciugherà ogni lacrima”, in modo da giungere a Pasqua avendo letto tutto il libro. Ogni sera termineremo con le preghiere della sera recitate con Santina. Qui di seguito trovate la preghiera alla Madonna Calpestata le preghiere della sera e lo schema di lettura di tutto il libro. Per ben iniziare tale studio e lettura vi sono in questa pagina Web delle note previe.

REGOLE DEL CORSO
1. Preghiera del mattino e della sera
2. lettura delle pagine indicate
3. Via Crucis il venerdì e martedì
4. saltare un pasto il venerdì
5. condivisione delle riflessioni mediante 3 domande di don gigi al giorno

INTRODUZIONE AL LIBRO DI PADRE FEDERICO LOMBARDI S.J.
Questo nuovo libro che Mons. Ginami dedica a sua madre Santina giunge diversi mesi dopo la morte di lei, quando il dolore del distacco comincia a lasciare lo spazio per una più pacata e serena memoria nella fede. Uno sguardo retrospettivo che si apre in avanti nella speranza della vita eterna e nell’esperienza viva della comunione dei santi. Come i libri precedenti, è una raccolta di genere particolare – forse inconsueto – di cronache di viaggi e riflessioni spirituali intense. Proprio per questo suo genere originale suscita nel lettore domande e riflessioni forti. Lo dico pensando a quanto ha suggerito a me. Anzitutto, si tratta della narrazione di come una persona disabile è stata accompagnata per anni in esperienze di viaggi lunghi, impegnativi, ricchi di visioni straordinarie e di incontri. Penso alla grande maggioranza dei disabili, che vivono una condizione di limitazione gravissima delle proprie possibilità di contatto e relazione con gli altri e con il mondo. Santina è stata privilegiata e ha potuto vivere anni di esperienze particolari, accompagnata da una grande cura e da un grandissimo affetto. Quale impegno dedichiamo effettivamente ad accompagnare la vita dei disabili che ci sono vicini o che incontriamo, perché possa continuare ad alimentarsi umanamente e spiritualmente? Il Papa Francesco parla spesso della “cultura dello scarto”: ne partecipiamo anche noi o cerchiamo vie concrete per superarla? La vita anziana e debole viene valorizzata dall’amore gratuito che la circonda, si manifesta nella sua preziosità umana e spirituale, nella finezza delle sue piccole espressioni quotidiane di sorrisi e sofferenze, di parole essenziali, di silenzi… La vita non è solo fare, ma anche lasciar fare a Dio. Attività e passività, passione con Gesù… Quanto tempo e attenzione sono necessari a chi è freneticamente coinvolto nella corsa della vicenda dei nostri giorni per non dimenticare tutto questo e la sua importanza fondamentale! Le persone deboli sono lì a ricordarcelo. Papa Francesco parla della “carne di Cristo”. Poi, si tratta del modo in cui un figlio sacerdote vive questa esperienza proprio con la sua mamma.  Il rapporto di un figlio sacerdote con la sua mamma, in particolare con una mamma che lo ha generato anche alla fede e che ha condiviso la sua vocazione sacerdotale, è un rapporto molto specifico e intenso, di cui forse solo chi lo vive può intendere le sfumature. Il libro di Mons. Ginami ne rappresenta una testimonianza sincera ed eccezionalmente esplicita. I riferimenti biblici che egli fa ad Anna, madre di Samuele, e all’anziana Anna, che accoglie Gesù insieme a Simeone nella presentazione al Tempio, sono del tutto familiari per la gran parte dei sacerdoti quando pensano alla loro mamma. Ma il libro permette anche di apprezzare come il servizio sacerdotale del figlio accompagna il cammino della mamma arricchendolo con la grazia dei sacramenti della Chiesa, e così tut­ta la vita della mamma anziana, con la sua sofferenza, diventa un “sacramento” di unione alla passione di Gesù. Anche questa è una bella lezione sul servizio spirituale agli anziani, malati e sofferenti, che va ben oltre la vicenda particolare qui narrata. Infine, c’è una dinamica forte dell’amore che si espande naturalmente. Quando è vissuto cristianamente non si chiude nel rapporto riservato fra due o tre persone, ma tende ad allargarsi ad altri. Questa è l’ultima parte del libro e in certo senso la sua continuazione. Non ha bisogno di commenti. Ringraziamo Dio e cerchiamo di capire come ci interpella attraverso la vicenda di Santina. Sono molte le vicende analoghe che incontriamo, ma la vicenda di Santina ci aiuta a leggerne gli interrogativi e il senso più in profondità. Per questo ringraziamo anche Mons. Ginami di avercene fatto parte.
P. Federico Lombardi S.I.

ECCO QUI DI SEGUITO IL PROGRAMMA QUARESIMALE

Dio asciugherà ogni lacrima

 GIORNO PAGINE FRASE
Mercoledì 14 febbraio 2018
MERCOLEDÌ DELLE CENERI
09-19 La prima cosa che Santina mi ha insegnato è la preghiera.
Giovedì 15 febbraio 2018
Giovedì dopo le ceneri
20-30 La santità, infatti, non si fonda sul successo, ma sul sacrificio di sé e sull’amore di Cristo.
Venerdì 16 febbraio 2018
Venerdì dopo le ceneri
31-39 Mia Madre custodisce in sé Gesù e il mio sforzo interiore è quello di capirlo sempre di più.
Sabato 17 febbraio 2018
Sabato dopo le ceneri
40-49 Mia Madre che mi ha generato non solo alla vita, ma anche alla fede.
Domenica 18 febbraio 2018
I DOMENICA DI QUARESIMA
50-57 Ricevi nuovamente il vangelo di Cristo del quale sei diventato l’annunziatore.
Lunedi 19 febbraio 2018 58-66 Ti chiediamo di aumentare la nostra fede e di accogliere la nostra supplica.
Martedì 20 febbraio 2018 67-78 Il Vangelo deve essere il libro con il quale confrontare ogni mia scelta, ogni mia decisione, ogni mio pensiero.
Mercoledì 21 febbraio 2018 79-86 Tale progetto chiede a noi di non vivere una bella vita, ma una buona vita: questa è la chiave della  felicità.
Giovedì 22 febbraio 2018 87-94 Signore aiutami ad essere sempre prete come Santina mi garantisce.
Venerdì 23 febbraio 2018 95-105 …e mentre attendo il Paradiso, Santina nella sua nuova casa sorride felice.
Sabato 24 febbraio 2018 106-115 Tu sei mio rifugio, mi hai liberato dall’angoscia.
Domenica 25 febbraio 2018
II DOMENICA DI QUARESIMA
116-126 Invia un bacio affettuoso e tenero a quel Gesù e scatena nel mio cuore una profonda commozione.
Lunedi 26 febbraio 2018 127-137 Il Signore ci vuole molto umani e molto divini.
Martedì 27 febbraio 2018 138-145 Che la pace, la gioia e l’amore facciano parte della vita quotidiana.
Mercoledì 28 febbraio 2018 146-154 Santina dice al suo Gesù: “Signore per me è bello stare qui con te, !asciami preparare una tenda”.
Giovedì 01 marzo 2018 155-165 “Mamma per essere un bravo Sacerdote cosa devo fare?”. Pregare mi risponde, obbedire.
Venerdì 02 marzo 2018 166-174 Signore sono sicuro sulla tua parola che nulla mi potrà da te separare!
Sabato 03 marzo 2018 175-183 Al suo orecchio sussurro la preghiera dell’Angelo  di Dio.
Domenica 04 marzo 2018
III DOMENICA DI QUARESIMA
184-193 Petra cordis mei Deus in aetemum.
Lunedi 05 marzo 2018 194-198 Io ritengo infatti di non conoscere altro in mezzo a voi se non Gesù Cristo e questi Crocifisso.
Martedì 06 marzo 2018 199-204 La prova c’è e c’è per tutti.
Mercoledì 07 marzo 2018 205-212 Santina appartiene alla categoria evangelica “dei piccoli e degli umili” di cui Gesù parla commuovendosi.
Giovedì 08 marzo 2018 213-219 “Uomo ricorda che sei polvere ed in polvere ritornerai.”
Venerdì 09 marzo 2018 220-226 Come i tre giovani della Bibbia nella fornace ardente del dolore, il Male non riesce a toccare il profondo della sua anima, a rubarle il cuore…..
Sabato l0 marzo 2018 227-234 Vieni Santina, benedetta dal Padre mio, ricevi in eredità il regno preparato per te fm dalla fondazione del mondo.
Domenica 11 marzo 2018
IV DOMENICA DI QUARESIMA
235-244 Quando sono debole è allora che sono

forte.

Lunedi 12 marzo 2018 245-254 Lei è capace di regalare sorrisi a tutti.
Martedì 13 marzo 2018 255-263 Le sofferenze di Cristo in noi sono fonte di consolazione per le persone ammalate e per coloro che stanno loro vicino.
Mercoledì 14 marzo 2018 264-272 Una donna di grande fede e di valore umaoo e spirituale.
Giovedì 15 marzo 2018 273-281 La preghiera è un’arma capace di superare ogni affanno.
Venerdì 16 marzo 2018 282-289 Essere l’uomo più ricco al cimitero non mi interessa, andare a letto la notte sapendo che abbiamo fatto qualcosa di meraviglioso quello mi interessa.
.Sabato 17 marzo 2018 290-298 L’esperienza di Santina ha anche un. grande frutto che si chiama solidarietà.
Domenica 18 marzo 2018
V DOMENICA DI QUARESIMA
299-306 La fede non viaggi secondo i canali

del mondo

Lunedi 19 marzo 2018 307-314 La diffusione del bene non si può arrestare.
Martedì 20 marzo 2018 315-323 Se non tornerete come bambini non entrerete nel regno dei cieli.
Mercoledì 21 marzo 2018 324-333 La preghiera era la segreta protagonista.
Giovedì 22 marzo 2018 334-340 La nostra beneficienza ha le proprie radici nella fede cattolica in Gesù Cristo.
Venerdì 23 marzo 2018 341-347 L’associazione si ispira al carisma di Santina Zucchinelli.
Sabato 24 marzo 2018 348-353 “Grazie nonna! Sei rimasta sempre la stessa, anche oggi non smetti mai di essere generosa.
Domenica  25 marzo 2018
DOMENICA DELLE PALME E DELLA PASSIONE DEL SIGNORE
354-359 La vita dell’associazione nasce dal dolore, dalla preghiera e dalla carità.