Newsletter

80MA NEWSLETTER: QUATTRO MARZO 2020


Cari amici,
      stiamo vivendo un periodo molto particolare della nostra vita, che ha sconvolto le giornate e il nostro modo di vivere. L’unica forza che ci rimane è la preghiera e la fiducia in Dio, che non abbandona mai i suoi figli. Anche se la tempesta imperversa, non dobbiamo temere nulla, perché Dio è con noi. Pertanto, continuiamo a pregare per le famiglie che, a causa della pandemia, hanno perso i loro cari, senza aver dato un abbraccio o un saluto. Noi tutti ci uniamo al loro dolore, anche perché alcuni facevano parte della nostra Associazione e precisamente:
1) Don Mariano Carrara
2) Attilio Panza
3) Don Silvano Sirtoli
4) Claudio, cognato di Delia
5) Ausilia, cognata di Giuditta
6) Don Adriano Locatelli
7) Suor Maria (religiosa delle Suore Poverelle)

Inoltre, facciamo sentire la nostra vicinanza ai tanti medici che ogni giorno, si dedicano con passione, alla cura degli ammalati. Non è un dovere, in questo momento, ma un donarsi agli altri con grande cuore. Purtroppo a causa del coronavirus sono morti anche tanti sacerdoti, nella sola zona di Bergamo, ne sono ritornati alla Casa del Padre ben 33.

Uomini che hanno dedicato la loro vita al bene degli altri, facendo della loro esistenza una vera missione. Noi li ricorderemo sempre e pregheremo per loro. Inoltre la nostra Fondazione vuole essere vicina ai tanti sofferenti, donando due ventilatori polmonari all’Ospedale San Giovanni XXIII di Bergamo; sappiamo che è una goccia nel mare, ma è un modo per esprimere tutto il nostro affetto.

È già stato pubblicato il 28° instant-book della collana #VoltiDiSperanza dal titolo “Asma”, che invitiamo tutti a comprare e a leggere, soprattutto in questo momento in cui si sta a casa e si hanno maggiori possibilità per farlo.

Si sta pensando in questi giorni, di scrivere un altro libretto che avrà il titolo di “Luca”. Gli autori Giulia Cerqueti di “Famiglia Cristiana” e Monsignor Luigi Ginami, parleranno della condizione di disagio e di emergenza che si sta vivendo nella terapia intensiva dell’Ospedale San Giovanni XXIII, dei sentimenti che provano questi medici in prima linea, che sono dei veri e propri eroi, in quanto per salvare gli altri, rischiano la propria vita. Sarà molto interessante e coinvolgente leggerlo, per capire che, alcune professioni, non sono un lavoro, ma una vera e propria missione, un donarsi all’altro con amore e abnegazione.

In data 28 marzo, abbiamo inviato a Men Thi, una lettera per sollecitare lo stato dei lavori che riguardano il progetto della rete elettrica in Vietnam; siamo in attesa di risposta della quale vi terremo informati.

Il 5 marzo, Fondazione Santina ha compiuto 5 anni dalla sua costituzione e alcuni giorni fa, sono stati approvati i bilanci, sia di Associazione Amici di Santina, che di Fondazione Santina.

In data odierna, nonostante i notevoli disagi dovuti alla pandemia, il nostro Tesoriere ha provveduto ad inviare euro 3.000 in Kenya, che riguardano l’annualità dei 10 bambini, adottati a distanza e affetti da HIV. Anche loro soffrono ed è giusto aiutarli, per quanto ci è possibile.

Cari amici, vi ringraziamo perché ci seguite e anche se lo stare in casa, può essere disagevole, rimaniamo uniti nella preghiera e nel sostegno reciproco. Un caro saluto a voi tutti ed in modo particolare alle Suore di Clausura, che ci seguono con affetto.

Cordialmente

Franca Scordo
Consiglio di Amministrazione